Apr
20

Premio Sfreddo: vincono gli spaghetti con la pancetta stufata e…

 

Si è svolto a Trieste, presso la sala corsi di Eataly, il premio Sfreddo.
16 aprile, dalle 9 al primo pomeriggio. Coinvolti gli allievi delle scuole alberghiere d’Italia con un tipo di gara nuovo, ispirato ai più famosi programmi TV: la mistery box.

Scopri il Premio Sfreddo nell’articolo di lancio.

Il Premio è stato reso possibile grazie al grande lavoro di Luca Gioiello dell’Associazione Cuochi Trieste e del sul team.

Abbiamo premiato la capacità, ma anche lo spunto creativo. Ha vinto infatti Lorenzo Londero

con i suoi Spaghetti risottati con pancetta stufata, zucchine, uova e avocado. Una rivisitazione della carbonara? Forse! Di sicuro un insieme di sapori che la nuova promessa della cucina ha saputo coniugare in un insieme omogeneo e armonico, sposando la tradizione e la modernità di ingredienti importati dal mondo.

Scopri le foto del Premio Sfreddo su MangiaTrieste.

Siete curiosi di conoscere la ricetta? Prima lasciateci ringraziare tutti i partecipanti che si sono impegnati a inventare ricette uniche con i nostri prodotti (che erano stati messi nella mistery box, in modo casuale), dateci la possibilità di dire il nostro grazie all’Associazione Cuochi, al team, a Eataly e a tutti quelli che hanno reso possibile la buona riuscita di questo importante evento, che cade con il 50simo anniversario della nostra azienda. Grazie dunque e soprattutto a nonno Giorgio Sfreddo, che ci ha donato i salumi che ancora oggi facciamo con passione nel nostro stabilimento produttivo a Trieste.

Pronti a leccarvi i baffi?

Ecco la ricetta!

 

Ingredienti

320 g spaghetti

80 g pancetta stufata

½ carota

80 g zucchine

1 avocado medio

80 g uva rossa

q.b. acqua

 

Procedimento

Con l’avocado e le carote e un quarto di zucchine precedentemente sbianchite formate una salsa della consistenza della besciamella

Tagliate l’uva in quarti (ogni acino in 4) e fatela spadellare leggermente con un filo d’olio, sale e pepe.

Tagliate a cubetti la pancetta stufata e fatela rosolare aggiungendo un filo d’olio per evitare che si attacchi.

Preparate un brodo con la cotenna della pancetta, metà zucchina, una piccola quantità di acini d’uva per ottenere un liquido con cui risottare la pasta.

Scaldate una padella con un filo d’olio e adagiate gli spaghetti iniziando a bagnare con il brodo ottenuto, facendo attenzione a bagnare poco per volta come fosse un risotto, in modo tale che l’amido si rilasci in padella poco per volta. Continuate così fino a fine cottura e 1 minuti. Prima di impiattare aggiungete in padella l’uva e la pancetta e mantecate.

In aggiunta, per guarnire potete fare una julienne con la parte verde esterna della zucchina, facendola saltare brevemente dopo averla sbianchita di modo che manteca il colore verde.

Impiattate come meglio desiderate.